Benvenuto in Osteopata Roma

Respirazione Diaframmatica e mal di schiena

Respirazione diaframmatica e mal di schiena

Il mal di schiena è sicuramente una delle problematiche più comuni nella società moderna. I meccanismi alla base di questa patologia non sono ancora del tutto chiari e per questo motivo ad oggi le strategie di intervento davvero efficaci per risolverla sono molto limitate. Tra le poche cause certe dell’insorgere del mal di schiena però un posto di primaria importanza viene ricoperto da una scorretta respirazione diaframmatica.

Respirazione diaframmatica e Mal di Schiena

 

Il Diaframma oltre ad essere il muscolo primario della respirazione contribuisce a ridurre i carichi sui dischi intervertebrali partecipando al complesso meccanismo di stabilizzazione della colonna vertebrale. 
Il Diaframma divide la cavità toracica da quella addominale e che utilizziamo durante ogni atto respiratorio, sia a riposo che sotto sforzo. In quest’ultimo caso la sua azione è supportata dai muscoli “accessori” della respirazione che hanno il compito di elevare la gabbia toracica e permettere in questo modo ai polmoni di incamerare più aria. Simultaneamente alla funzione respiratoria il diaframma svolge anche un’altra importante funzione, definita “posturale”. Ad ogni atto respiratorio infatti il diaframma si contrae e scende in direzione della cavità addominale per attirare l’aria all’interno dei polmoni. Al tempo stesso questo comporta un aumento della pressione all’interno della cavità addominale che mette in tensione i muscoli della parete addominale contribuendo così alla stabilizzazione della colonna vertebrale.

 

Conseguenze di una scorretta Respirazione Diaframmatica

 
La funzione posturale del diaframma è molto importante sia nella cura che nella prevenzione del dolore lombare. Infatti respirare correttamente utilizzando il muscolo diaframma riduce i carichi che agiscono sia sulle vertebre che sui dischi intervertebrali. Molti studi hanno dimostrato come le persone che soffrono di mal di schiena abbiano tutte in comune una insufficiente attivazione del diaframma.

La conseguenza diretta consiste nell’attivazione ripetuta e sostenuta dei muscoli superficiali della schiena, che in parte forniscono stabilità alla colonna vertebrale, ma che al tempo stesso riducono la mobilità della schiena. Tale alterazione prova un aumento della compressione sulle vertebre e sui dischi intervertebrali e di conseguenza l’insorgenza del dolore.

Inoltre possono verificarsi alterazioni posturali che provocano dolori alle spalle e al collo associati spesso a fastidiosi mal di testa.

Respirare correttamente utilizzando il diaframma oltre a permettere l’ossigenazione del sangue e prevenire l’insorgenza di problematiche alla schiena ha anche molti altri benefici:

 migliora l’apporto di sangue agli arti inferiori e favorisce il drenaggio linfatico dagli stessi

 migliora il movimento degli organi favorendo la digestione e l’evacuazione intestinale

 cura e previene l’ernia iatale

 riduce il reflusso gastro-esofageo

Infine il diaframma riveste una grande importanza anche sul piano emozionale contribuendo a gestire lo stress e gli stati d’ansia. I motivi per i quali sin dalla giovane età si perde la sana abitudine di respirare con il Diaframma sono diversi: stress, ansia, posture sbagliate e attività sportive scorrette solo per citarne alcuni.

 

Osteopatia Funzionale e Diaframma

 
Uno dei primi meccanismi sui quali l’Osteopatia Funzionale interviene è proprio la respirazione diaframmatica. Attraverso tecniche funzionali si stimola il sistema nervoso centrale per riattivare l’attività del muscolo diaframma. L’utilizzo di tecniche osteopatiche invece aiutano a ristabilire la giusta mobilità delle coste e della colonna vertebrale per permettere una corretta espansione della gabbia toracica.

Inoltre al paziente, sin dal primo trattamento vengono illustrati e spiegati una serie di esercizi che potrà svolgere in completa autonomia nei giorni successivi al trattamento. Questi esercizi hanno lo scopo di fare in modo che il corretto meccanismo di respirazione diventi un automatismo e una sana abitudine. In questo modo non solo si cura il mal di schiena ma soprattutto si previene l’insorgenza di ernie del disco e degenerazioni della colonna vertebrale in aggiunta ovviamente a tutti gli altri benefici elencati in precedenza.
 

RISOLVI IL TUO PROBLEMA!

 
Dott. Christian Tonanzi
Osteopata e Fisioterapista

4 Commenti

  1. maurizio 2 Dicembre 2016 @ 2:51 pm

    Buongiorno,
    soffro di ernia iatale, ed il cardias non si chiude bene,
    me ne accorgo dopo mangiato.
    Con una respirazione migliore del diaframma come dice lei, può migliorare?
    Ed eventualmente come dovrei fare gli esercizi?
    Grazie della sua risposta e cordiali saluti.
    Maurizio

    • Giovanni 20 Gennaio 2018 @ 2:01 am

      Ha funzionato con me! INCREDIBILE!

  2. francesco donati 25 Agosto 2017 @ 3:22 pm

    Bona sera Dottore, SONO UNA PERSONA con problemi alla colonna vertebrale degenerazione anelli e piccole ernie problemi di respirazione (diaframma) con problemi di reflusso e dolori diffusi .HO una risonanza magnetica recente .VORREI un consiglio da lei, se posso trovare dei miglioramenti Grazie anticipatamente della risposta d. saluti.

    ,

    • Dr. Christian Tonanzi 31 Agosto 2017 @ 5:01 pm

      Buonasera Francesco. Diciamo che esiste una forte correlazione tra Respirazione e quindi Diaframma e degenerazione dei dischi a livello lombare. Benissimo che ha fatto una Risonanza. Io direi di sentirci per telefono così mi spiga meglio la sua situazione poi decidiamo come procedere per risolvere il problema. Se mi lascia un suo recapito La contatto appena possibile anche domani. Un saluto Dr. Tonanzi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Prenota il tuo appuntamento

Liberati dal Dolore

Contattami +39 324 6213305