Benvenuto in Osteopata Roma

Che cosa è la Riabilitazione Funzionale?


La Riabilitazione Funzionale è un innovativo approccio manuale e riabilitativo, sviluppato nella prestigiosa Scuola di Riabilitazione di Praga, che basa il proprio sistema di diagnosi e di trattamento sui principi scientifici della kinesiologia dello sviluppo, ovvero le diverse fasi di crescita e maturazione dell’essere umano durante i primi anni di vita. Lo scopo di tale approccio è quello di individuare e risolvere le alterazioni di movimento attraverso la correzione delle disfunzioni del sistema muscolo-scheletrico.

Il concetto alla base dell’ Approccio Funzionale è quello della stabilizzazione funzionale della colonna vertebrale, ovvero quel processo di attivazione coordinata ed automatica di tutte quelle strutture muscolari che hanno il compito di stabilizzare la colonna vertebrale ogni qualvolta si esegue un movimento volontario degli arti o del capo.

La stabilizzazione funzionale della colonna vertebrale è inoltre di fondamentale importanza per permettere a tutte le articolazioni del corpo di essere allineate e mantenute nella posizione corretta in ogni momento ed evitare un eccessivo stress sulle strutture articolari. Questo permette non solo di esprimere il meglio in termini di qualità di movimento e quindi di forza, ma anche di evitare l’insorgere di degenerazioni discali, artrosi, osteofiti e conseguente dolore dovute ad una alterata distribuzione dei carichi sulle articolazioni.

 

In che cosa consiste questo approccio?


L’approccio Funzionale consiste in una serie di test funzionali che vengono utilizzati per analizzare la qualità della stabilizzazione funzionale della colonna vertebrale e trovare la chiave della disfunzione che ne altera il corretto funzionamento.

Il trattamento sarà finalizzato oltre che a correggere la disfunzione primaria, anche a riattivare specifiche strutturi muscolari e ristabilire il corretto equilibrio tra muscoli antagonisti al fine di ottenere di nuovo la stabilizzazione funzionale della colonna e ristabilire i normali schemi di movimenti. Le tecniche utilizzate consistono in specifiche stimolazioni cutanee, chiamate riflessi di locomozione, ed esercizi funzionali definiti dalla kinesiologia dello sviluppo che richiamano le posizioni assunte dal bambino durante il primo anno di vita.

Quando la stabilizzazione funzionale della colonna vertebrale e l’equilibrio muscolare tra muscoli antagonisti saranno stati ristabiliti, l’ultimo passo del trattamento sarà quello di fare in modo che i nuovi schemi di movimento acquisiti dal paziente diventino automatismi nelle sue abitudini di vita quotidiana attraverso un programma di auto-trattamento.